ferrara
cronaca

Via l’eternit dall’ex fonderia

A Sant’Agostino è in corso la messa in sicurezza dell’area con lo smaltimento del cemento-amianto


14 febbraio 2014


SANT’AGOSTINO. Nel comune di Sant'Agostino da alcuni giorni è partita la messa in sicurezza inerente lo smaltimento dell'eternit dell’ex fonderia Ferriani che si trova in via Mazzini.

Lo smaltimento dell’eternit della fonderia chiusa da anni, per fallimento, è stato finanziata dal Fondo Regionale. Il costo dell’operazione è pari a 200mila euro e la ditta incaricata allo smaltimento dell’amianto o eternit è l'impresa Tassi di Cento.

La Ferriani era sorta a Sant’Agostino nel 1895 per iniziativa dei fratelli Olindo e Raffaele Ferriani, costruendo macchine agricole. Con diverse trasformazioni e passaggi - si arriva alla realizzazione della fonderia che continua l'attività fino alla definitiva chiusura avvenuta nel 1999. La a Ferriani ha costituito per oltre mezzo secolo la più importante fonte di lavoro per i sant'agostinesi, occupando sino a circa 200 dipendenti.

«Dopo diversi anni che si discuteva di questo problema - dichiara il sindaco Toselli - finalmente siamo riusciti a dare il via ai lavori di bonifica e smaltimento dell'eternit presente nelle coperture della fonderia. Grazie al fondo messo a disposizione della Regione , oltre a sanare quella zona eliminando l'eternit, siamo riusciti a mettere anche in sicurezza l'area circostante, eliminando i materiali presenti, crollati a seguito del sisma del 20 maggio 2012».

Avere eliminato l'amianto dalla zona, «per noi e già un grande passo - rileva il sindaco Toselli - mentre per quello che riguarda il riutilizzo di quegli spazi, se un domani l'area sarà interamente bonificata, non sono in grado per ora di dare una risposta. Questo perché la struttura e l'area circostante non sono di proprietà del Comune, ma appartenevano a un privato, e al momento sono in mano al tribunale per fallimento». (m.t.c.)

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.