ferrara
cronaca

Svolta storica per Vigarano, gli elettori scelgono Bergamini

Pancaldi seconda per un soffio


05 ottobre 2021 Giuliano Barbieri


VIGARANO MAINARDA. Per una manciata di voti il centrodestra conquista il Comune e Davide Bergamini è il nuovo sindaco. Un testa a testa, con Lisa Pancaldi della civica ViviAmo Vigarano, che ci ha sperato fino all’ultimo. Alla fine Bergamini ha prevalso per 57 voti, conquistandone 1.683 pari al 41,58%, e Pancaldi 1.626 pari al 40,17%. Il primo seggio a chiudere è stato il numero 4 di Borgo, dove il centrodestra ha prevalso di 6 voti sulla lista civica, 182 a 176, è questo ha fatto subito capire che era una lotta a due perché la lista civica di centrosinistra, Costruiamo il futuro con Te e Agnese De Michele sindaco, è stata subito relegata al ruolo di cenerentola, senza nessuna speranza. Decisiva è stata la lista numero 7, a Vigarano Pieve, l’unica nella quale Bergamini ha vinto con un distacco consistente.

I FESTEGGIAMENTI

Il popolo di centrodestra ha fatto grande festa davanti alla sede municipale: un evento storico. Dal dopoguerra è la prima volta che alle comunali non vinceva una lista di centrosinistra. «Fin dall’inizio della campagna elettorale - ha spiegato il neo sindaco Davide Bergamini - ho intuito che la lotta sarebbe stata tra la mia lista e quella civica. Non ho mai temuto il centrosinistra». Certo è stata dura, «ma alla fine abbiamo conquistato la vittoria seppur con un margine ristretto rispetto a quanto ci aspettavamo io e la mia squadra. I vigaranesi hanno premiato il nostro progetto, concreto, realista e senza finti proclami». Dopo i festeggiamenti bisognerà mettersi al lavoro. «Inizieremo a ragionare per la composizione della giunta. Al nostro interno abbiamo persone di provata qualità e capacità».

E, ancora, «sappiamo le difficoltà in cui versa il Comune e cercheremo di fare una lista delle priorità dove intervenire. Confermo che voglio cambiare rotta, rispetto al passato, e il Comune sarà sempre aperto a tutti i cittadini e noi saremo sempre disposti ad ascoltare. Cominceremo subito anche ad avviare i contatti con tutti i Comuni dell’Alto Ferrarese, e della città, per dar vita a progetti in comune perché l’unione fa la forza».

SUL FILO DI LANA

Tra i vincitori c’è chi questa vittoria la festeggia in un modo particolare. «Da sempre - ha detto Mauro Zanella, candidato vicesindaco in pectore - sognavo questo momento ed è arrivato proprio il giorno del mio compleanno».
C’è soddisfazione anche tra le fila di chi ha perso per una manciata di voti. «Peccato - precisa Pancaldi - ma io e e il mio gruppo, siamo ugualmente felicissimi per i tanti voti ottenuti. Per noi è come una vittoria perché siamo scesi in campo, in politica, solo da qualche mese. Ringrazio tutti i vigaranesi e la mia squadra che è stata favolosa per impegno e abnegazione. La gente ha capito che siamo schietti, sinceri e animati dalla voglia di lavorare per il nostro paese. In consiglio comunale, pur con il rispetto dei ruoli, saremo disposti a collaborare per il bene della nostra comunità. Mai avrei pensato di riuscire a raccogliere 1.626 voti e arrivare a sfiorare la vittoria».

Per De Michele il misero risultato del 18% è una mazzata impressionante. Oltre il 10% in meno di quanto il centrosinistra aveva ottenuto, localmente, alle recenti elezioni regionali. «Saremo all’opposizione - precisa la candidata - sapendo che ci aspetta un compito difficile, ma in consiglio comunale saremo sempre presenti. Faccio i complimenti al nuovo sindaco. Da parte mia, e del mio gruppo, ci abbiamo messo il massimo impegno». All’opposizione ci saranno Lisa Pancaldi, Tania Gozzi e Olao Guidetti per la lista ViviAmo Vigarano e Agnese De Michele per la lista Costruiamo il Futuro con Te.

Giuliano Barbieri
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.