ferrara
cronaca

Over 50, ancora diecimila senza vaccino

Erano 12mila prima dell’obbligo, da martedì le multe. Altri decessi in provincia: lutti a Copparo, Comacchio e Ferrara


09 giugno 2022


FERRARA. Sono poco meno di diecimila gli “irriducibili” over 50 ferraresi che non si sono ancora messi in regola con l’obbligo vaccinale introdotto con il decreto legge del 7 gennaio. Il rifiuto al vaccino comporterà, a partire da martedì, una multa di 100 euro, mentre a partire dal 15 febbraio coloro che non sono vaccinati non potranno recarsi sul luogo di lavoro (pubblico o privato) e saranno dichiarati assenti ingiustificati, con successiva sospensione senza stipendio fino al 15 giugno, ma senza perdere il posto. Chi accederà al posto di lavoro senza il Green pass rafforzato riceverà anche una sanzione da seicento a mille euro.

Misure che al momento non sembrano aver scosso particolarmente gli over 50 ferraresi non ancora vaccinati, visto che prima dell’obbligo erano 12mila quelli a zero dosi e solo duemila, al lordo di guarigioni recenti e di attualmente positivi, si sono convinti a provvedere a vaccinarsi.

Il bollettino

E intanto la pandemia continua a fare vittime: altre tre persone positive al Covid sono decedute nel Ferrarese: si tratta di un copparese di 86 anni, un comacchiese di 73 anni e di una donna di 76 anni di Ferrara.

Nelle ultime 24 ore altre 1.052 persone sono risultate positive al Covid (solo 9 i sintomatici), circa un terzo delle quali nel solo Comune di Ferrara, mentre altri 79 contagi riguardano residenti fuori provincia. A Cento i nuovi casi sono 98, a Comacchio 78, ad Argenta 62 e 43 a Bondeno. Nessun nuovo contagio invece a Jolanda di Savoia.

Ben 1.238 invece i guariti, un dato che rafforza il trend calante dei casi attivi che prosegue da alcuni giorni, con 186 persone attualmente positive in meno.

Migliora la situazione ospedaliera a Cona, dove sono stati registrati altri 10 arrivi di pazienti Covid (di cui quattro già ricoverati e trasferiti da un reparto non Covid). Per contro altri 7 pazienti sono stati invece trasferiti dall’area Covid a quella free, e 11 sono stati dimessi.

Il bilancio ha portato a un calo di degenti nel reparto adulti Covid, con 130 ricoverati su 143 posti . Di questi, 14 sono in gravi condizioni in terapia intensiva, dove al momento è rimasto un solo letto disponibile. Quasi tutta occupata invece l’area ostetrico-pediatrica, con 15 ricoverati su 16 letti. A questi si aggiungono i 57 ospedalizzati al Santissima Annunziata di Cento e gli 80 all’ospedale di Lagosanto.

Quasi 2.100 le somministrazioni di vaccino effettuate venerdì, di cui 1.622 terze dosi, 131 prima e 346 seconde dosi, mentre si avvicina a 188mila la quota di ferraresi che ha fatto anche la dose addizionale.

In regione

In Emilia Romagna il Covid ha portato altri 39 lutti e 15.023 nuovi contagi su 51.647 tamponi eseguiti.

I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive della regione sono 146 (uno in meno rispetto alla giornata precedente), con un’età media di 62,8 anni. Sul totale dei pazienti gravi, 91 non hanno ricevuto neanche una dose di vaccino, e questo rapportato a una popolazione che per il 92% risulta vaccinata con terza dose.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.