ferrara
cronaca

Il vicesindaco di Ferrara: «Non lascio la casa Acer. La legge lo consente, io resto»

Il consiglio comunale  vota contro la sollecitazione a Lodi a traslocare, sì all’azione contro l'avvocato Anselmo per le dichiarazioni sul sindaco. Marginalità sociale: sette progetti presentati alla Regione per i fondi Pnrr


01 febbraio 2022 Giovanna Corrieri


FERRARA. Sono sette i progetti contenuti nella manifestazione d’interesse presentata alla Regione il 24 gennaio dall’Ats Distretto centro nord riguardo i progetti su servizi sociali, disabilità e marginalità sociale rientranti nella missione 5 del Pnrr.

È quanto emerso ieri (martedì 1 febbraio) in Consiglio in risposta al question time di Dario Maresca (Gam). Dall’elenco dell’assessore Cristina Coletti: un progetto è destinato al sostegno alla capacità genitoriale, due all’autonomia degli anziani non autosufficienti, uno al rafforzamento dei servizi sociali domiciliari e alla prevenzione dell’ospedalizzazione, un altro alla prevenzione del fenomeno del burn out fra gli operatori. Ci sono poi il progetto dedicato all’autonomia delle persone con disabilità e quello dedicato alla povertà estrema (housing first). Per la Regione sono a disposizione circa 111 milioni ma potrebbero non essere finanziati tutti, era il timore di Maresca. Tommaso Mantovani (M5s) sottolineava intanto l’importanza soprattutto del progetto “housing first” auspicandone presto una conoscenza più approfondita. Lo stesso, diceva, per la revisione (in corso) del funzionamento dell’ufficio di piano e del comitato di distretto, che ha richiesto la proroga fino al 30 giugno della convenzione socio sanitaria del Distretto Centro Nord. Una proroga che ieri ha però determinato l’astensione del Pd dal voto: «ci sono delle criticità», sottolineava Deanna Marescotti.

In tema sanità non è poi stata approvata la mozione di Azione Civica per la condivisione con il Consiglio comunale dei temi trattati dalla Conferenza territoriale socio sanitaria. Il sindaco Alan Fabbri aveva intanto approfittato per sottolineare l’impegno a «spingere sulla fusione delle due aziende e a portare servizi nella cittadella, anche il punto di primo intervento».

Il caso Lodi

Non sarà sollecitato a lasciare la casa Acer entro 30 giorni, come richiesto dall’odg di Anna Ferraresi (Gm) considerando anche i recenti adeguamenti di indennità, il vicesindaco Nicola Lodi: «Acer non mi ha chiesto di lasciare la casa, Ferraresi continua nella sua attività di strumentalizzazione e ricerca morbosa», diceva Lodi parlando di un recente accesso agli atti in cui «si chiede una piantina dell’alloggio, l’ubicazione, eventuali accertamenti di Acer, i componenti. Passiamo il limite, questa non è politica e strumentalizzazione. A oggi non lascio, la lascerò quando lo dirà la legge». Ha votato a favore Maresca: «vergognoso che il vicesindaco occupi ancora la casa».

Caso Anselmo

È stato invece approvato l’odg della maggioranza per intervenire presso l’ordine degli avvocati a difesa del sindaco e della sua figura istituzionale causa i commenti “inopportuni e offensivi” dell’avvocato Fabio Anselmo, all’indomani del comunicato di Alan Fabbri che esprimeva soddisfazione per la sentenza del Tar di rigetto del ricorso dell’ex consigliera Rossella Arquà. Nel mirino soprattutto la frase, “per Fabbri un’adeguata terapia psicologica di sostegno potrebbe essere auspicabile”, «un virgolettato falso che non corrisponde» diceva Anna Ferraresi (Gam) , «offese» per Paola Peruffo (FI) e Benito Zocca (Pf) , soprattutto in «un momento in cui tante fragilità sono emerse», aggiungeva Federico Soffritti (FdI) . Ciriaco Minichiello (Lega) non ha partecipato al voto: «prima di Natale Anselmo ha mandato una mail ai consiglieri e all’Ordine, si era autodenunciato». Mantovani si è astenuto: «i consiglieri lascino fuori certe polemiche».

Sarà intanto ripristinata a breve la linea 15 per gli universitari in Fiera.



© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.