ferrara
cronaca

Cala la pressione sugli ospedali: il Sant'Anna recupera 10 posti letto per pazienti non Covid

Tornano a frenare di nuovo i contagi, due i lutti: a Ferrara e a Copparo. Resta affollata l'area del materno-infantile. Dieci i ricoveri a Cona ma le dimissioni sono state 17


09 giugno 2022


FERRARA. Dopo due giorni di dati in salita per l'accavallarsi di valori registrati con diversi giorni di ritardo dal bollettino dell'emergenza sanitaria, il numero dei positivi riprende a scendere tornando sul sentiero della discesa,che con qualche variazione ha imboccato da 2-3 settimane. L'aggiornamento di oggi (5 febbraio) indica un numero di tamponi positivi tra i più bassi degli ultimi 20 giorni (668), un numero di ricoveri al Sant'Anna che si mantiene sostenuto e un leggero abbassamento degli esiti più tragici della malattia. Due i decessi: un uomo di 55 anni, di Ferrara, e un uomo di 79 anni, di Copparo. I ricoveri all'ospedale Sant'Anna sono stati 10 (5 pazienti residenti a Ferrara, 1 a Jolanda, 1 a Riva del Reno, 1 a Fiscaglia e 2 a Voghiera), ma le dimissioni sono state 17. Un trend che ha consentito di ridurre, nell'ospedale di Cona, l'area Covid di dieci posti letto: saranno restituiti ai reparti destinati ai pazienti che non hanno contratto il virus.

La situazione, quindi ha iniziato a migliorare anche negli ospedali della provincia, a causa di una minore pressione dei ricoveri che restano tuttavia ancora significativi nei flussi giornalieri. Il Sant'Anna ha ridotto una delle due Medicine Covid da 46 a 36 posti letto, anche la Terapia intensiva in questo momento non è satura - come invece è avvenuto spesso nelle settimane scorse - e ha 11 posti occupati su 15. Resta forte la presenza di pazienti ricoverati nel materno-infantile Covid, con 5 posti occupati in Ostetricia, 3 in Pediatria (l'ultima ondata ha colpito di più rispetto alle precedenti la fascia d'età più giovane ma anche le gestanti e neo mamme) e 7 in Terapia intensiva neonatale, dove vengono di solito assistiti anche i neonati in osservazione, nati da madre positiva. Negli ospedali di Cento e Lagosanto gli attuali posti letto risultano più che sufficienti a coprire le contingenti esigenze di ricovero, con una ventina di posti liberi.

In regione

Anche in regione il flusso di positivi, che in alcune giornate aveva oltrepassato quota 20mila, è sceso e oggi il dato si colloca sotto quota 10mila (8.264). Resta importante il numero dei decessi, 37, compresi i due registrati nella provincia estense:

  • 3 in provincia di Piacenza (tre uomini di 77 anni, 82 e 88 anni);
  • 7 in provincia di Parma (due donne di 76 e 87 anni e cinque uomini di 70, 81, 87, 88 e 93 anni);
  • 3 in provincia di Reggio Emilia (due donne di 89 e 94 anni e un uomo di 82 anni);
  • 3 in provincia di Modena (una donna di 88 anni e due uomini di 77 e 88 anni);
  • 13 in provincia di Bologna (sette donne di 66, 78, 90, 91, 92, 98 e 99 anni e sei uomini di 56, 66, 79, 86 e 88 anni);
  • 4 in provincia di Ravenna (due donne di 84 e 101 anni e due uomini di 81 e 88 anni);
  • 2 in provincia di Rimini (una donna di 92 anni e un uomo di 69 anni)

Vaccinazione di massa

Numeri un po' più bassi del solito per la vaccinazione anti-Covid in provincia di Ferrara; 1.538 somministrazioni totali ieri, di cui 101 prime dosi, 333 seconde dosi, 1.104 terze dosi.

 

 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.