ferrara
cronaca

Riportare i treni sul territorio. Il sindaco di Comacchio: «Noi ci crediamo»

Tra gli obiettivi in campo resta il collegamento ferroviario con Ostellato-Ferrara. Dal patto per il lavoro e il clima firmato in novembre arriva un primo risultato


26 febbraio 2022


COMACCHIO. L’idea di riportare il treno sul territorio di Comacchio e dei Lidi resta tra gli obiettivi dell’amministrazione comunale. «È innegabile – sostiene il sindaco Pierluigi Negri – come il ripristino dei collegamenti ferroviari di Comacchio con Ostellato-Ferrara e la realizzazione del collegamento Ravenna e Venezia potrebbero garantire una mobilità alternativa, funzionale non solo al turismo, ma anche alle opportunità di collegamento per chi lavora, studia e abita in questi luoghi».

L’ipotesi, ragionano in municipio, se realizzata trasformerebbe in maniera del tutto nuova Comacchio e i Lidi, rendendoli finalmente luoghi completamente accessibili, con effetti benefici evidenti oltre che sotto il profilo turistico, anche dal punto di vista economico e lavorativo.

La pianificazione

Purtroppo sia il Piano regionale integrato dei trasporti (Prit 2025) approvato in dicembre, sia il Ptcp della Provincia di Ferrara non riportano alcuna previsione in tal senso. Un’assenza mai passata inosservata da parte della giunta Negri; sono, infatti, numerosissime le occasioni in cui l’amministrazione comunale ha evidenziato e rimarcato la necessità di inserire la previsione infrastrutturale della ferrovia nella pianificazione sovracomunale.

Tanto che il Comune ha fatto partire le proposte: collegamento con la linea ferroviaria Ostellato-Ferrara, realizzando il tratto Ostellato-Comacchio/Lidi, estensione con ruolo di snodo tra Ravenna e Venezia quale supporto indispensabile al funzionamento dei sistemi produttivi e portuali; ma anche determinazione del nuovo assetto della viabilità determinato dalla nuova autostrada E55 e la definizione del ruolo della statale Romea.

Un passo avanti c’è

C’è da dire che il Patto per il lavoro e per il clima – Focus Ferrara sottoscritto il 18 novembre inserisce tra gli interventi sulle “connessioni materiali”la realizzazione di uno studio di fattibilità in merito alla realizzazione della direttrice di trasporto pubblico dedicato Ferrara-Comacchio (linea elettrificata). Oltre all’ammodernamento dell’idrovia, al potenziamento della navigabilità interna e alla realizzazione del sistema portuale di livello regionale di Porto Garibaldi.

«Un primo risultato, anche se non sufficiente, per Comacchio – dice Negri –. Per questo manteniamo alta l’attenzione e l’impegno per mettere a valore il patrimonio territoriale unico di cui disponiamo, cercando di conquistare il giusto posto nello scenario regionale e nazionale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA


 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.