ferrara
cronaca

Green Pass, il Comune convoca i sindacati

Nuove regole e tanti dubbi, lunedì vertice in municipio. Trasporti pubblici, sui bus la capienza per ora resta ancorata al 80%


01 aprile 2022 Marcello Pulidori


Marcello Pulidori

Dal 1 maggio, stando a quanto per ora deciso dal Governo, non sarà più necessario esibire il Green Pass. Ma prima ci sono altre scadenze, altri appuntamenti. Senza dimenticare che la pandemia non è terminata e soprattutto non si elimina per decreto. Stop al Green Pass per i ristoranti all’aperto e nel trasporto pubblico; via l’obbligo di super green pass al lavoro, allentamento delle norme sui contatti a scuola, abolizione della quarantena per i contatti stretti di positivi, anche non vaccinati, mascherine al lavoro anche chirurgiche e non per forza Ffp2. Sono queste alcune delle novità che entrano in vigore oggi (1 aprile) al termine, dopo oltre due anni, dello stato di emergenza deliberato per fronteggiare il Covid il 31 gennaio 2020 e via via prorogato. La deadline è stata ieri, ultimo giorno almeno dal punto di vista burocratico dell’era Covid. Non ci sarà più la struttura commissariale del generale Figliuolo a gestire la campagna vaccinale, ma nasce l’Unità per il completamento della campagna vaccinale e per l’adozione di altre misure di contrasto alla pandemia, guidata dal maggior generale Tommaso Petroni. Addio anche al Comitato tecnico-scientifico, istituito a febbraio 2020 e protagonista soprattutto durante il primo, drammatico anno di pandemia delle decisioni che hanno condizionato la vita degli italiani. Da oggi, insomma, si volta pagina, e inizia un processo che vedrà saltare gradualmente le restrizioni attualmente in vigore.

la novità

Ma la novità più rilevante è che da più parti addetti ai lavori e dipendenti appaiono piuttosto disorientati. Ne è conferma la convocazione effettuata dal Comune di Ferrara ai sindacati (Cgil, Cisl e Uil) per il prossimo 4 aprile, un incontro in municipio chiesto proprio per fare chiarezza sul come gestire il rientro al lavoro nell’era del post stato emergenziale. «La convocazione – ha detto ieri Luca Greco della funzione pubblica della Cgil – è arrivata dai vertici amministrativi del Comune e sta a significare che l’esigenza di chiarimenti c’è». Va detto che per i dipendenti del Comune, l’obbligo del Green pass resta per Polizia Locale, over 50 e personale docente e non docente delle scuole.

Ristoranti. Cambia, seppur non di tantissimo, l’utilizzo della certificazione verde nei ristoranti. Rispetto al passato, non servirà più nulla (come certificati) per consumare all’esterno dei locali, mentre il Green Pass rafforzato (quindi con le 3 dosi) resta indispensabile al chiuso. Una nuova situazione che ieri si stava testando, per esempio, al ristorante “Savonarola” nella omonima piazza, con la titolare Catia Sivieri. Il 30 aprile sarà poi l’ultimo giorno per l’uso obbligatorio della mascherina al chiuso.

Mascherine. Oltre che per quanto disposto per le scuole, vige obbligo delle mascherine Ffp2 fino al 30 aprile per: mezzi di trasporto (aerei, treni, autobus, servizi di noleggio con conducente, impianti di risalita); spettacoli aperti al pubblico che si svolgono al chiuso o all’aperto in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali assimilati, eventi e competizioni sportive. Il green pass rafforzato resterà inoltre in vigore fino al 30 aprile per centri benessere, sale gioco, discoteche, congressi ed eventi sportivi al chiuso.

Bus e taxi. La conferma, in chiave ferrarese, è stata data ieri dal direttore dell’Ami, l’agenzia della mobilità, Michele Balboni: «Il trasporto pubblico dovrà adeguarsi alle novità – ha detto Balboni – che sono in primo luogo costituite dal fatto che non sarà più richiesto il Green Pass sui mezzi di trasporto pubblico locale. Resta – ha concluso Balboni – l’obbligo di indossare la mascherina». Inoltre, sempre per restare in tema bus, quasi certamente per decreto nelle prossime ore la capienza verrà ripristinata al 100% ma, ha sottolineato ieri sempre Balboni – «noi continueremo a utilizzare sui nostri mezzi la soglia del 80% fino a quando riceveremo un atto ufficiale diverso».

Biblioteche

In conseguenza della cessazione dello stato di emergenza, da oggi per accedere alle biblioteche e agli archivi comunali di Ferrara non sarà più necessario esibire il Green Pass, né base, né rafforzato. Lo annuncia il Comune di Ferrara, precisando che però sarà ancora indispensabile utilizzare la mascherina (chirurgica o Ffp2) in tutti i luoghi al chiuso. Per informazioni contattare il numero: 0532–418.200.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.