ferrara
cronaca

Ferrara. Allerta organici per i vigili del fuoco: «Manca il 20% degli operativi»

I sindacati denunciano: 5 assunzioni contro 48 addetti in meno a fine anno. Mancano anche 11 amministrativi. «Problema annoso che sta aggravandosi»


09 giugno 2022 S.C.


FERRARA. La sirena d’allarme questa volta suona per i Vigili del fuoco. L’hanno accesa i sindacati rappresentanti dei lavoratori del corpo in provincia di Ferrara, che denunciano un pesante vuoto di organico certo non destinato ad essere colmato dalle imminenti assegnazioni. Si parla infatti di 37 addetti in meno rispetto all’organico, destinati a diventare 48 a fine anno con i pensionamenti, ai quali vanno aggiunti 11 amministrativi mancanti. «Siamo oltre il 20% di personale mancante» denunciano separatamente, ma con cifre e argomenti identici, il sindacato autonomo Conapo e la Funzione pubblica Cgil, che parlano di «forte preoccupazione» e «rischio per la tenuta del servizio per come siamo abituati».

Le cifre

Natale Vitali (Fp Cgil) e il coordinatore dei Vigili, Francesco Faccini, sono balzati sulla sedia quando hanno letto «alcune dichiarazioni di politici di livello nazionale che vantavano il fatto che avevano sbloccato le assunzioni dei Vigili del fuoco, ed il contestuale impegno di assegnare 5 unità, sì avete letto bene 5 unità al Comando provinciale di Ferrara». Numeri a dir poco insufficienti, se è vero che «ad oggi nel settore tecnico amministrativo risultano essere in servizio 19 unità (da maggio 18 per un pensionamento) contro i necessari 29 previsti dalla dotazione organica». A fine aprile, secondo questi conteggi, si avrà una carenza di organico tecnico amministrativo di 11 unità, circa il 40%. Anche peggiore è la situazione sul personale operativo, visto che «mancano 37 Vigili del fuoco ad oggi, che diventeranno 38 a fine anno», appunto il 20%.

Cifre riportare anche nell’allarmata nota della segreteria provinciale del sindacato autonomo Conapo: «La mancanza di 59 unità di personale complessivo è fonte di forte preoccupazione, e speriamo che questo segnale venga colto da chi può prendere decisioni. È una situazione che sussiste da anni e che si prospetta ancora più critica in futuro».

Le sollecitazioni

Le sigle sindacali non usano mezzi termini per sollecitare la politica ad intervenire e in maniera “bipartisan”. «Basta con i proclami, abbiamo la necessità di vedere azioni concrete - tuonano Vitali e Faccini - la politica, tutta, s’impegni a risolvere il problema ed a fare assegnare al comando di Ferrara il numero di personale adeguato a garanzia dei servizi». E considerazioni simili, vuole sottolineare il Conapo, non devono essere condizionate dallo scandalo assunzioni in Sicilia, dove un dirigente dei Vigli del fuoco avrebbe guidato un’organizzazione per truccare i concorsi di assunzione: «Ci rammarichiamo di quanto è uscito in Sicilia, siamo certi che la magistratura farà il suo corso e sottolineare la massima correttezza e spirito di sacrificio che i nostri colleghi mettono in ogni intervento».

Resta da capire se davvero a livello ministeriale ci sia stata una sottovalutazione delle dinamiche di uscita, o se invece torneranno d’attualità ipotesi riorganizzative.



© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.