ferrara
cronaca

Gli hotel: “pacchetto Bruce” per il concerto di Ferrara. Polemica sui maxi-prezzi

Camere a 1.600 euro? «Eccessivo» ammette Scolamacchia (Asshotel). Si punta ai tre pernottamenti


27 maggio 2022


Ferrara Un “pacchetto Springsteen” che tenga i fan del Boss in città dal giovedì del concerto alla domenica, offrendo un ventaglio di proposte tra le quali potrebbe esserci il corteo storico del Palio. È quanto stanno studiando gli albergatori ferraresi in vista del mega-concerto del 18 maggio 2023, «abbiamo mesi davanti ma non si creda sia troppo presto per programmare: le persone si stanno già organizzando» spiega Nicola Scolamacchia, presidente di Asshotel. Di camere ce ne sono ancora, sottolineano gli albergatori, che non vogliono entrare direttamente nella polemica degli ambientalisti sulla location al Parco Urbano («sono abbastanza convinto che un’organizzazione di quel genere sia particolarmente attenta agli aspetti ambientali») ma non evitano quelle sui maxi prezzi. «C’è chi propone sui siti per quella data una camera per tre a 1.600 euro? È chiaro che ci deve essere un limite alle richieste, diciamo che mille euro per una camera potrebbe essere fuori luogo - ammette Scolamacchia - ma bisogna considerare che quando ci sono le fiere a Bologna le richieste nell’ordine di centinaia di euro vengono considerate normali. E sono convinto che sia fondamentale la qualità della proposta: chi verrà a Ferrara per il concerto deve trovare i servizi che funzionano e portare a casa un ricordo positivo». A questo proposito c’è da rimarcare le critiche social alle scelte delle tre location italiane (non stadi ma, appunto, aree a parco con presunte difficoltà a vedere e sentire bene) e ai prezzi dei biglietti, più a Roma e Milano che a Ferrara, dove il ticket meno caro è di 85euro.

Gli albergatori vogliono rimarcare che il tutto esaurito è un obiettivo alla portata, non una condizione già raggiunta, «non potrebbe esserlo perché ad oggi gli alberghi mettono a disposizione solo una parte delle disponibilità, così facciamo ad esempio noi all’Astra - è sempre il presidente di Asshotel a parlare - Considerato però che sono attese 50mila persone e i posti letto “ufficiali” della città sono poco più di 3mila, ci sono pochi dubbi che vengano riempiti. Ecco, l’obiettivo dev’essere allungare questa permanenza, puntando sul target molto trasversale dei fan di Springsteen (a me hanno telefonato decine di amici da tutta Italia) e appunto sulle proposte che sapremo creare». l

S.C.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.