ferrara
cronaca

Renazzo, duplice saluto alla scuola

Ieri l'ultimo giorno di lezioni, ma anche per l’edificio in vista della nuova struttura. «Ma le emozioni vissute qui rimarranno per sempre»


04 giugno 2022


Renazzo In attesa del suono dell’ultima campanella dell’anno, una grande festa per salutare e rendere omaggio alla “vecchia” scuola primaria di Renazzo. Tutti i bambini, con i loro insegnanti, in testa il sindaco Edoardo Accorsi e il dirigente scolastico Paolo Valentini, hanno festeggiato ieri la fine dell’anno scolastico, inaugurando la mostra fotografica “Cara scuola ciao ciao!” dedicata allo storico edificio che chiuderà i battenti in prospettiva dell’inaugurazione della nuova scuola dell’Ic “Ferruccio Lamborghini”.

Una festa aperta con tutti i bambini riuniti in cortile. Diretti e coordinati dalla referente del progetto Mariarosaria Bertuzzi, i bambini in coro hanno cantato il brano “Cara scuola ciao ciao”, rivisitazione del brano sanremese diventato un tormentone.

Un momento davvero commovente, a cui ha fatto seguito le parole del dirigente Valentini, che nel 1982 iniziò proprio nelle aule di Renazzo a fare il maestro supplente: «Salutiamo questo storico edificio che da tantissimi anni ospita la scuola di Renazzo. Lo facciamo inaugurando una mostra che è il frutto del lavoro dei bambini, delle insegnanti, dei collaboratori. L’abbiamo realizzata con l’aiuto della biblioteca di Cento attraverso Mariateresa Alberti, dell’assessorato alla cultura, del signor Bertelli, di insegnanti in pensione, e tanti nonni e genitori che hanno collaborato nel recupero di foto e materiale che troverete esposti. Siamo tutti contentissimi di entrare in una nuova scuola, ma il ricordo di tutte le esperienze e le emozioni vissute in questa rimarrà per sempre».

Il sindaco Fra gli applausi, prima del taglio del nastro, il saluto del primo cittadino Accorsi: «Un bellissimo momento di festa. Oggi, con la fine dell’anno scolastico, finisce la storia di questo edificio. Vi trasferirete in una nuova scuola, nuova, più bella, più sicura, più efficiente e più grande, che saprà accogliervi nel migliore dei modi. Qui lascerete tanti ricordi, ne avrete nostalgia. Del resto, la scuola è un posto del cuore, a cui ci si rimane affezionati per il resto della vostra vita. Avete fatto la cosa più bella, decidendo di salutare questa scuola con una mostra che ne ripercorre la storia. Per voi ben presto inizierà un nuovo ciclo, vi aspetterà un cambiamento, ma sarete felici e imparerete ad amare anche la nuova scuola».

Il futuro «I lavori per la realizzazione della nuova scuola proseguono - ha aggiunto -. Ogni giorno ci sono cose nuove, ieri i pavimenti, oggi è coloratissima, poi toccherà agli infissi. Non mancano certamente le difficoltà, ma stiamo facendo di tutto perché la vostra nuova scuola sia pronta per l’inizio del prossimo anno scolastico. Ben presto organizzeremo il trasloco. A tutti voi, auguro buona estate».

E sul futuro di quello che sarà l’ex scuola, aggiunge: «Come Comune ci impegneremo a capire cosa fare di questa scuola, perché rimanga un patrimonio di tutti, ma soprattutto per i cittadini di Renazzo, che tanto l’hanno amata, tanto la amano e che potranno continuare ad amarla anche in futuro» ha chiuso Accorsi.

Le tantissime foto di classe a partire dal 1930 esposte, assieme agli arredi di un tempo, i disegni dei bambini e le pagine di un quaderno del lontano 1925, sapranno suscitare di certo il grande interesse e l’emozione di diverse generazioni di renazzesi cresciuti sui banchi dell’affezionata scuola di via Renazzo. La mostra sarà aperta al pubblico ancora domani, sabato 11 e domenica 12 giugno, con orario dalle 9 alle 12.30 e dalle 16 alle 19. l

Beatrice Barberini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.