ferrara
cronaca

Renazzo. Terzo lutto in una famiglia, morta la figlia dopo i genitori

È deceduta all’età di 46 anni una donna, madre di due bambine. Lo scorso anno in meno di un mese di distanza morirono papà e mamma


16 giugno 2022 Davide Bonesi


RENAZZO Quella della famiglia Nicotra è una delle tante storie famigliari tristi legate al Covid, con la morte di Pietro Nicotra per aver contratto il virus seguita nemmeno un mese dopo dalla morte della moglie Viviana Rosi, avvenuta per le conseguenze di un incidente domestico. E martedì all’età di soli 46 anni è morta Silvia Nicotra, figlia della coppia e madre di due bellissime bambine, residente a Renazzo.

Il Covid La storia di Pietro Nicotra, morto a 68 anni il 24 maggio del 2021, fu molto triste. Originario di Bologna, ma residente a Cento con la moglie Viviana e uno dei figli, Agostino, l’ex dirigente della Treccani con la passione per la subacquea (era diventato istruttore sub) era nella categoria “estremamente fragili” ma aveva aspettato invano la prima vaccinazione, nonostante diverse segnalazioni all’azienda sanitaria per il timore legato alle sue patologie. E tragica ironia della sorte, proprio quando gli fu comunicata la data del vaccino, ecco che il 68enne fu colpito dal Covid, nonostante la grande attenzione per cercare di evitarlo. Nicotra dall’ospedale di Cento passò al Sant’Anna di Cona, dove fu intubato e finì per morire il 24 maggio. Il contagio si era nel frattempo allargato a tutta la famiglia, così si decise di aspettare la negativizzazione per dargli l’ultimo saluto. E proprio una mattina in cui la moglie con il figlio Agostino dovevano completare le ultime pratiche per il funerale, ecco la caduta dalle scale nella sua abitazione di Cento. Da subito si vide che le sue condizioni erano gravi e la morte arrivò purtroppo alcuni giorni dopo, il 22 giugno, all’ospedale Maggiore di Bologna. E così il 17 luglio al Santuario della Beata vergine della Rocca di Cento ci fu il saluto congiunto alla coppia, alla presenza dei tre figli, le nipotine e tutti gli altri parenti, amici e conoscenti.

“Dopo tanto tempo, sabato finalmente potremo dare l’ultimo saluto a mamma e papà. Ci piace immaginarli insieme, anche lassù, e sappiamo che vegliano su di noi ogni giorno. Ringraziamo di cuore tutte le persone che ci sono state vicine in questo periodo e che lo hanno reso possibile. Silvia, Graziano e Agostino”. Queste le parole con cui i tre figli comunicarono la data dell’ultimo saluto.

La nuova tragedia

Come detto, martedì a causa di una malattia è morta Silvia, la primogenita della coppia. Dopo aver vissuto anche in Germania, da alcuni anni la 46enne abitava con il marito e le due figlie a Renazzo. Ennesimo dolore per la famiglia Nicotra e a piangerla oltre a marito, figlie e fratelli sono le cognate, i nipoti e gli altri parenti. L’ultimo saluto sarà dato domani alle 15 nella chiesa di San Pietro a Cento, poi l’ultimo viaggio per la cremazione a Ferrara. A quanti vorranno ricordare la loro cara i familiari non chiedono fiori ma offerte per l’associazione Ant.

Davide Bonesi

@RIPRODUZIONE RISERVATA


 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.