Sport

Anche Gasparetto preoccupa la Spal

Anche Gasparetto preoccupa la Spal

Distorsione al ginocchio, oggi visita specialistica. Giani corre

26 settembre 2014
3 MINUTI DI LETTURA





FERRARA. Non giungono buone notizie da casa Spal. Per una leggera distorsione al ginocchio rimediata in allenamento, ieri non ha preso parte alla seduta il difensore Daniele Gasparetto che oggi si sottoporrà ad una visita specialistica.

Allarme difesa

Il suo impiego domenica contro la Lucchese appare quindi in forte dubbio. Sarebbe un ulteriore problema in un reparto che per via della squalifica di Silvestri e delle non perfette condizioni di Giani si presenta ridotto all'osso. Ieri pomeriggio al Centro di via Copparo dopo una parte intensa di lavoro atletico, mister Oscar Brevi ha fatto svolgere una partitella su una porzione poco più grande di metà campo in cui ha mischiato le carte non dando indicazioni precise sulla formazione in vista di domenica. Il tutto avveniva mentre il capitano Nicolas Giani svolgeva diversi giri di campo di corsa: lo staff è al lavoro per poterlo recuperare già per la Lucchese. In campo il difensore Simone Aldrovandi che, dopo una lunga fase out per un problema alla pianta del piede, si allena regolarmente da un paio di settimane e potrebbe essere il principale indiziato a prendere il posto di Gasparetto - in caso di forfait di quest'ultimo - sul fronte di centrodestra del reparto difensivo. Per il resto, anche se mister Brevi ci ha abituato in queste settimane a sorprese continue, la sensazione è che si andrà ad una conferma della formazione che ha fatto molto bene contro l'Ascoli con Menegatti in porta; un reparto difensivo a cinque con Ferretti, Gasparetto o Aldrovandi, Capece (ancora in difesa), Legittimo e Rosina (con Giani che potrebbe andare in panchina); una linea mediana con Togni al centro e ai suoi lati Landi e Filippini e Germinale a supporto della punta più avanzata Fioretti. Da segnalare che mister Brevi ha provato anche l'accoppiata Fioretti-De Cenco in uno dei minitempi giocati e anche il tridente Fioretti-Finotto-De Cenco che potrebbe essere un'ottima soluzione a gara in corso. Per la cronaca nel corso della partitella che ha visto affrontarsi una Spal blu e una Spal in casacca a segno Filippini due volte, Fioretti, Togni e De Cenco. In panchina accanto a Gasparetto presente anche Manuel Lazzari che ha assisito alla seduta: dopo l'infortunio al malleolo per ora l'ala si muove solo con le stampelle e ne avrà ancora per diverse settimane.

Il punto di Filippini

Punto di metà settimana con il centrocampista Alberto Filippini: «La squadra è in buone condizioni anche se purtroppo nel reparto arretrato siamo un po' contati. Speriamo di recuperare qualche giocatore in vista della gara contro la Lucchese. L'obiettivo per domenica è quello di dare continuità ai nostri risultati utili, veniamo da tre partite positive e ce la metteremo tutta per proseguire nella nostra striscia. Poi ovviamente c'è anche un avversario forte con il quale bisognerà fare i conti».

Avete già iniziato a studiare la Lucchese? «Nei primi giorni della settimana lavoriamo molto in campo e dal punto di vista atletico; verso la fine della settimana a ridosso della partita con il mister che è molto attento anche a questi aspetti, studiamo l'avversario. Dopo avere battuto l'Ascoli in uno stadio con un contesto di pubblico meraviglioso ora siamo pronti per questa nuova sfida».

Un Filippini che domenica scorsa è stato utilizzato nel centrocampo a tre: «Il mister mi conosce molto bene e sa dove potermi impiegare, io mi adatto ad ogni posizione e poco importa se in fascia o qualche metro più verso il centro. L'importante è che la squadra abbia un suo equilibrio nelle diverse fasi di gioco e che non conceda spazi agli avversari».

Andrea Tebaldi

©RIPRODUZIONE RISERVATA