sport

Spal verso la strada della continuità: mister Venturato il primo tassello

Positivi i primi incontri col neo responsabile tecnico Lupo. A giorni un altro faccia a faccia per pianificare la stagione 


17 maggio 2022 Alessio Duatti


FERRARA. Salvo clamorosi scenari, che potranno eventualmente presentarsi nella fase di programmazione, la Spal e mister Roberto Venturato sembrerebbero poter concretamente andare avanti assieme. La volontà reciproca è stata manifestata nel primo fondamentale incontro che l’allenatore ha avuto poco prima dello scorso weekend – al termine dell’ultimo allenamento stagionale della squadra – con il nuovo direttore dell’area tecnica: Fabio Lupo.

Il primo significativo passo, dunque, è stato fatto. L’operatività di Lupo è stata immediata nell’intenzione di proseguire con l’ex tecnico del Cittadella, tentando di metter da parte i ben percepibili scricchiolii che si erano verificati ancor prima della rivoluzione tecnica di fine campionato. Il contratto in essere è di certo una buona base, probabilmente molto importante allo stato attuale delle cose. Non si è parlato di un prolungamento di questo (scadenza giugno 2023) poiché la priorità totale era quella di tirare una bella linea sul passato (breve, ma anche intenso poiché dal vissuto non facile nonostante l’obiettivo raggiunto).

Lupo, uomo di calcio riflessivo e abile a gestire gli equilibri quotidiani, ha posto la continuità come base portante del suo primo lavoro. Oltre ad avere un’opinione assolutamente positiva del Venturato uomo e allenatore, l’idea è quella di dare al tecnico la possibilità di poter lavorare col gruppo rispettando i tempi della preparazione estiva come era sempre stato abituato a fare nei tanti anni di Cittadella.

Mesi di fuoco in via di pianificazione proprio nella settimana corrente con il secondo incontro di lavoro approfondito che Lupo avrà assieme a Venturato negli uffici di via Copparo. All’ordine del giorno ecco date, modalità del ritiro, dettagli logistici. Ma soprattutto terrà banco il tema calciatori, col mercato, i vari movimenti necessari e desiderati, oltre agli obiettivi sportivi. È chiaro che considerate le alte ambizioni del presidente Tacopina (ufficialmente di ritorno a Ferrara nella prima settimana di giugno), la condivisione del quadro dovrà essere totale. Per ripartire senza compromessi che alle prime difficoltà andrebbero a generare un mood non certamente gradevole. Nell’immaginario di ciò che potrà essere il domani, la Spal e Venturato proveranno a combattere da protagonisti nella zona playoff a cui il tecnico si era abbonato in quel di Cittadella e che la compagine estense è stata incapace di raggiungere nelle ultime due avventure tra i cadetti.

Qualche approfondimento in più – magari proprio sui primi nomi inseriti nel taccuino di Lupo – lo si potrà forse avere tra qualche giorno. In settimana, infatti, il nuovo direttore tecnico sarà presentato ufficialmente alla piazza ferrarese. Nel frattempo Lorenzo Colombo, attraverso il proprio profilo Instagram, ha trasmesso un messaggio di saluto (sarà un addio o un arrivederci? ): «Grazie Ferrara – scrive l’attaccante -, nonostante una stagione complicata sei sempre stata al mio fianco. Grazie a tutta la Spal, ai miei compagni e allo staff. Ho imparato anche dalle difficoltà e ricorderò questa stagione, la mia vera prima da “grande”, per sempre».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.