sport

Spal, che asta per Latte Lath. Adesso si fa avanti anche il Bari

Grande concorrenza sulla punta che si cerca di riottenere dall’Atalanta


14 giugno 2022


FERRARA. Con un settore d’attacco tutto da allestire (visto che, di fatto, in organico al momento c’è solo Finotto) e con la caccia al bomber «da 15 gol» che necessiterà di tempi presumibilmente lunghi, la Spal sta assistendo alla scatenarsi di un’asta - o qualcosa di simile - intorno ad uno dei suoi obiettivi prioritari: Latte Lath.

Inserimenti

Se è vero che la punta ha espresso il gradimento/volontà di restare, se è innegabile che mister Venturato lo considera elemento preziosissimo, se è indiscutibile che la Spal da tempo dialoga con l’Atalanta per giungere ad una soluzione (che possibilmente non contempli il prestito secco ma garantisca un diritto a favore dei biancazzurri), è altrettanto palese che ancora non si è giunti alla quadratura del cerchio. E ciò favorisce gli inserimenti di altre società, che agiscono sia sul procuratore che sull’Atalanta stessa. Magari c’è anche qualche speculazione tipica del momento, però esistono pure piste concrete. Così dopo le ipotesi Ternana e SudTirol e fantasiose piste estere (Cluj in Romania ed Heracles in Olanda), ecco spuntare il neo-promosso Bari, e questa pare essere minaccia decisamente più seria sia alla luce del potere economico dei pugliesi sia per le ambizioni dei biancorossi. La Spal, che con l’Atalanta ha già definito il discorso per l’approdo a Ferrara del difensore centrale Varnier, confida di poterla spuntare e fare un pacchetto unico. Ma non sarà semplice.

Come Gatti

Nel mentre, la Spal ovviamente prospetta anche in altri ruoli e settori. Anche la difesa è un cantiere molto vasto. Detto di Varnier, è evidente che servirà almeno un altro centrale. Tra i possibili obiettivi ci sarebbe Filippo Pellacani, emergente della Virtus Verona in C, monitorato anche dal Como dal Frosinone e non solo. Non un baby, uno che ha fatto gavetta nelle categorie minori e che per questo viene paragonato a Gatti, il fenomeno dell’anno e del momento asceso dal Frosinone (dopo dilettanti e C) alla Juve ed alla Nazionale. Mah... Comunque di questo pellacani in giro di parla bene, per mezzi fisici, qualità e pure propensione al gol. Ma, nel caso, non basterà solo lui.

Terzino

De definire anche la questione terzini. Nel senso che ne serviranno due, come alternative a Dickmann e Celia. C’è però qualcosa che non torna. Sono uscite le ipotesi che coinvolgono Ghiringhelli, della Ternana, ex Cittadella con Venturato. Plausibile. Ma non... plausibile se c’è Dickmann. Ghiringhelli, contratto fino al 2024 e quindi eventuale acquisizione onerosa, non verrebbe a fare e non sarebbe investimento “da riserva”. E, a sua volta, Dickmann non resterebbe all’ombra di Ghiringhelli. Quindi, a rigor di logica (che spesso nel calcio viene puntualmente smentita) delle due l’una: o la Spal punta Ghiringhelli perché per Dickmann ha in mente una cessione remunerativa, oppure l’ipotesi del terzino ternano non è reale spendere non poco per uno che avrebbe davanti un titolarissimo.

Ipotesi sarda

Cambiando zona di campo, è poi da vedere cosa c’è di vero nelle voci che vogliono il Cagliari deciso a riportare a casa Marco Mancosu. In teoria, tutto. Ieri in Sardegna hanno ribadito che mister Liverani vuole un paio di fedelissimi «su tutti Marco Mancosu, a Lecce protagonista indiscusso della doppia promozione dei salentini dalla C alla A con Liverani in panchina e di un campionato ad altissimi livelli nella massima serie nonostante la retrocessione. Il centrocampista cagliaritano è sempre finito nei radar del club della sua città natale nelle varie sessioni di mercato e, ora che il suo padre sportivo è arrivato in rossoblù, potrebbe essere arrivato il momento del ritorno nella squadra con cui ha esordito in Serie A nel lontano 2007». Se il Cagliari e Liverani dovessero far leva sul giocatore, per la Spal potrebbe diventare difficile trattenere Mancosu, indipendentemente dal contratto in essere.

Niente Lupo a Ponte

Questa sera il direttore Fabio Lupo doveva partecipare all’incontro dibattito a Pontelagoscuro nell’ambito di “Ponte in festa”. Invece, per impegni personali, Lupo deve recarsi a Pescara. Con il dg Gazzoli ci sarà quindi Catellani, responsabile del settore giovanile.l


 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.