sport

Spal, l’abbonamento è cult

È iniziata la vendita in prelazione a chi era già tifoso fidelizzato. Penazzi il primo a staccare il tagliando: «Sono arrivato alle 5.45»


21 giugno 2022


Ferrara Il primo passo per andare “Alla Spal” nella stagione 2022/2023 è stato compiuto. Protagonisti i tanti tifosi che hanno voluto fidelizzarsi alla nuova campagna abbonamenti biancazzurra nella prima giornata d’apertura dedicata alle prelazioni. Con lo Spal Point del centro commerciale “Le Mura” preso d’assalto già all’apertura delle vendite alle 9.30. In quel momento una cinquantina di persone formavano la coda al di fuori dal negozio (la fila, regolata numericamente, è poi cresciuta man mano).

Il primo abbonato al nuovo campionato è Alessandro Penazzi da Pontelagoscuro (attivo sul gruppo social “Civiltà Spallina”): «È dalle 5.45 che sono qui nel parcheggio, ho preso un giorno di ferie, ma l’aver subito in tasca l’abbonamento mio e di mia moglie Isabella è una gratificazione enorme. Per noi la Spal non è solo una squadra, ma un modo di vivere. Ci siamo abbonati in gradinata centrale per un totale di 635 euro e penso che a livello di prezzi quest’anno sia giusto mostrare soddisfazione. Aspettative stagionali? Mi auguro di soffrire meno – dice –; non credo arriveranno nomi altisonanti, ma si potrà fare un buon campionato da metà classifica, magari con vista playoff».

Anche il secondo abbonato è uno degli storici del “Mazza”: Sanzio Scalambra arriva da Mirandola (originario di Jolanda di Savoia), segue la Spal da oltre 50 anni e mostra positività verso il futuro: «Sono un estimatore di Venturato e la fiducia del presidente mi piace. Siamo tutti pieni di speranze per migliorare la non buona annata trascorsa. Giocatori desiderati? Beh, ci vuole la punta».

Il terzo gradino del podio se l’è aggiudicato Mauro Barutti da Francolino, abbonato da oltre vent’anni. Poi c’è chi ha delegato la sua fede, come Riccardo Natali (di Poggio Renatico), che ha mandato in spedizione la figlia Maddalena direttamente da Rovigo: «Mio padre ci crede sempre e spera che quest’anno il campionato vada meglio. Fare l’abbonamento è un desiderio sempre vivo».

Lo Spal Point a “Le Mura” ha stampato abbonamenti con le sue 4 postazioni. Altre 2 sono dedicate ai rinnovi della Spal Card (strumento essenziale per la sottoscrizione del carnet) che fino al 31 luglio costerà 15 euro. La fase di prelazione per i vecchi abbonati durerà sino a venerdì 8 luglio. La vendita libera da giovedì 14 luglio fino a mercoledì 10 agosto. Lo Spal Point è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 17.30 e al sabato dalle 9 alle 12.30. È possibile abbonarsi anche nelle rivendite Vivaticket di tutt’Italia e online sul sito del circuito.l

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.