La Nuova Ferrara

L’attrazione

Stuntman, a Ferrara spettacolo per tutte le età: acrobazie alla guida di un’auto

Cinzia Berveglieri
Stuntman, a Ferrara spettacolo per tutte le età: acrobazie alla guida di un’auto

Lo show arrivato da pochi giorni in via Padova

25 ottobre 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Ferrara Sta ottenendo grande consenso di pubblico lo show di Stuntman e Monster Truck arrivato da pochi giorni in via Padova, a Pontelagoscuro (di fronte alla pizzeria Nonno Papero). Ferrara è la tappa finale del tour degli scatenati driver che da marzo hanno portato lo show lungo tutta l’Italia. A tracciare la nascita del gruppo è Warren Rossi che, con i suoi diciassette anni, è lo stuntman più giovane d’Italia. Warren è nipote di Armando Rossi e figlio di Roby Rossi che negli Anni Ottanta hanno iniziato a lavorare insieme, arrivando a dirigere l’attuale gruppo.(Sono una trentina le persone, tra meccanici, addetti alla manutenzione, che si muovono davanti e dietro le quinte. Impossibile non notare lo sguardo fiero del diciassettenne mentre parla del nonno Armando che, prima di mettersi in proprio, ha lavorato a fianco di Holer Togni considerato lo Stuntman più famoso d’Italia (Holer Togni, scomparso nel 2022 all’età di 76 anni fu il primo a portare in Italia gli spettacoli di stunt con automobili). Così come quando dice che suo padre Roby negli anni novanta ha partecipato a numerose trasmissioni televisive, oltre ad aver fatto la controfigura in numerosi film.

«Sono cresciuto respirando la loro passione per questo lavoro – dice Warren – ho fatto i primi testacoda a 9 anni e oggi mi esibisco con il quad, mi lascio trascinare da un auto attraversando le fiamme, e riesco a raccogliere un oggetto sull’asfalto stando in equilibrio sulle due ruote di un auto».

Ad assistere agli spettacoli arrivano persone di tutte le età. Sugli spalti a non perdere mai di vista quei cento metri di strada dove vanno in scena vere e proprie acrobazie di auto, camion, trattori e quad, ci sono coppie di giovani ragazzi, nonni con i nipoti e genitori che aiutano i bimbi piccoli a “scalare” i gradini per arrivare alla fila più alta della gradinata in modo da godersi al meglio lo spettacolo. E sono proprio i bambini che durante le esibizioni diventano uno spettacolo nello spettacolo. Con gli occhi sgranati guardano le auto in bilico su due ruote, e quando un auto passa tra le fiamme trascinando Warren esplodono in un “ohhh” di meraviglia e si alzano in piedi ad applaudire quella scena che avevano visto solo al cinema. Come viene sottolineato dallo speaker durante lo spettacolo, è sconsigliato anche solo pensare di emulare le gesta dei piloti. Le loro prodezze sono frutto di anni di allenamenti, di un sincronismo fatto di attenzione e fiducia, il tutto condito da uno stile di vita sobrio declinato in tutti i significati che gli si possono dare. Al termine dello spettacolo, mentre tutti si avviano verso l’uscita, un bambino riconosce uno dei piloti e lascia la mano del papà per corrergli incontro. l

Cinzia Berveglieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA