La Nuova Ferrara

Fedez contro l'odio social: "Augurare il cancro a un bambino per lo Stato non è reato"

Fedez contro l'odio social: "Augurare il cancro a un bambino per lo Stato non è reato"






Fedez è andato alla Fabbrica del Vapore, a Milano, per la mostra fotografica "Supereroi", ideata e realizzata dal Centro Operativo per la Sicurezza Cibernetica Polizia Postale Lombardia. Il progetto - a cura di Ester Lo Feudo, Marco Domizi, Giovanni Marcellino e con i testi di Rosy Della Ragione - si concentra sul lavoro svolto dalle forze dell'ordine nel contrasto alla pedopornografia, all’abuso e all’adescamento online dei minori. "Per lo Stato italiano augurare il cancro a un bambino di cinque anni non è reato. Questa cosa mi ha lasciato abbastanza perplesso", ha detto il rapper parlando dal palco allestito nel centro espositivo. "Parliamo tanto di hate speech, di fomentare l'odio però se uno augura un cancro a un bambino di cinque anni non succede niente. Forse bisognerebbe intervenire da un punto di vista dei vuoti legislativi", ha aggiunto Fedez che poi ha pubblicato il suo intervento in una storia Instagram. 

Altri video di cronaca
Fuori Salone, all'Orto Botanico di Brera va in scena la mobilità sostenibile
Cronaca

Fuori Salone, all'Orto Botanico di Brera va in scena la mobilità sostenibile